cerca

5 STELLE CADENTI

Raggi indagata, Grillo blinda il sindaco di Roma e lei nega l'ipotesi autospensione

I vertici Cinque Stelle blindano Virginia Raggi ma nel MoVimento c'è chi sollecita l'autosospensione della sindaca di Roma indagata per la nomina al Turismo, poi revocata, di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex fedelissimo della Raggi arrestato per corruzione. I pm la accusano di abuso d’ufficio e falso, e sarebbero orientati alla richiesta di giudizio immediato dopo l'interrogatorio, previsto per il 30 gennaio. "Virginia Raggi ha adempiuto ai doveri indicati dal nostro codice etico informando tempestivamente il movimento e i cittadini dell'invito a comparire che ha ricevuto l'altro giorno" ha scritto Beppe Grillo sul suo blog.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • mario

    rossi

    09:09, 27 Gennaio 2017

    Sono curioso.

    Sono curioso di vedere come andra` a finire. La Virginia diceva che, anche solo con la citazione, ci si doveva sospendere almeno. Figurati se rifiuta quella barca di soldi che si prende mensilmente per non decidere niente. Perche` anche il Marra, era stato scelto dall'altro Marra e non da lei. Bugiarda te e tutti i tuoi amici della combriccola M5S. Siete come la banda Bassotti e, finalmente, e` intervenuto il commissario Basettoni (chi leggeva Topolino lo sa).

    Rispondi

    Report