cerca

DISCRIMINAZIONE AL CONTRARIO

A Roma italiani senza casa alloggiati nel container dei rom

Il Campidoglio sgombera una palazzina e ricolloca gli occupanti tra i nomadi. Parla Emanuela Ajo costretta a decidere se andare in baracca o in casa famiglia lasciando il marito: "Agli immigrati danno assistenza e a noi?"

"Provo rabbia, perché per il mio Stato sono invisibile". Emanuela Ajo singhiozza e piange perché sa l'inferno che l'aspetta. Dalla prossima settimana dovrà decidere se andare, insieme a suo marito e a un bimbo di appena cinque anni, in un container nel campo rom di via Salone oppure prendere suo figlio e andare in una casa famiglia e separarsi così dal marito al quale è stata prospettata la possibilità di avere un posto letto in un dormitorio.

Emanuela può raccontarci come si arriva a questo triste epilogo?
"Nell'estate del 2014 insieme ad una onlus abbiamo occupato l'edificio di via Raffaele Costi. Era una palazzina abbandonata e... 

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500