cerca

Blitz delle teste rasate del Veneto

Como, skinhead fanno irruzione all'incontro sui migranti: "Basta invasione"

Hanno letto un documento davanti agli attivisti che non hanno reagito

Irruzione di un gruppo di skinhead, ieri sera intorno alle 21, durante una riunione del gruppo Como Senza Frontiere (Csf), che dallo scorso anno assiste i migranti accampati nel capoluogo lariano. Una quindicina di esponenti dell’associazione Veneto Fronte Skin Heads ha interrotto la riunione e ha dato lettura a un volantino dal titolo "Basta invasione". 

Gli operatori di Csf, riuniti al Chiostrino di Sant’Eufemia, sono rimasti impassibili alla lettura del documento. Alla fine gli skinhead sono usciti dalla sala e uno di loro, rispondendo a un attivista dell'associazione, ha detto: "Nessun rispetto per voi". 

Arci, Anpi e altre associazioni hanno espresso sdegno dopo che il video dell'episodio è stato diffuso dai media. Emanuele Fiano, promotore di proposta di legge contro l'apologia di fascismo, insieme a Chiara Braga e Mauro Guerra, anche loro deputati del Partito Democratico, le immagini rappresentano "una vera e propria intimidazione condotta in stile squadristico, con proclami razzisti" e per questo hanno presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno Minniti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • 21:09, 29 Novembre 2017

    ............... quanti cassonetti hanno dato alle fiamme, quante vetrine hanno spaccato, quanti poliziotti hanno picchiato ?

    Rispondi

    Report

Opinioni