cerca

L'ODISSEA DELL'ALBERO DI NATALE

Roma si prepara per l'addio a Spelacchio

Fermata la rimozione del pino. Il Campidoglio vuole fare una festa in suo onore

Gli operatori del Servizio giardini avevano già cominciato questa mattina a smontare gli addobbi del "povero" Spelacchio, arrivato ormai al momento del triste commiato. Dopo un paio d'ore però è arrivato lo stop del Campidoglio. Spelacchio merita un saluto da parte della Capitale con tutti gli onori. Così, giovedì ci sarà probabilmente una festa in suo onore, mentre venerdì è fissata la rimozione definitiva. Ma che fine farà Spelacchio. La giunta guidata dalla grillina Virginia Raggi ha appena firmato un accordo con la Val di Fiemme, raccogliendone l'accorato appello, in base al quale Spelacchio verrà trasformato in una "Baby little Home", una casetta in legno per consentire alle mamme di accudire i propri bambini con fasciatoio, poltrona per l’allattamento e tavolino da gioco per i piccoli.

L’intesa consentirà di riutilizzare il legno dell’albero, opportunamente lavorato, per qualcosa di utile alla città e senza alcun costo aggiuntivo. L’albero sarà rimosso giovedì sera e tagliato in blocchi che verranno inviati in Val di Fiemme per la lavorazione. Un blocco resterà, invece, a Roma per una realizzazione artistica. «Con il passare dei giorni "Spelacchio" si è conquistato la simpatia e l’affetto della stragrande maggioranza delle persone. Ora avrà una nuova vita. Vogliamo fare di questa star internazionale un esempio concreto di riuso creativo, perché tutto può tornare a nuova vita. Un modo concreto per dimostrare al mondo che Roma vuole essere sostenibile e persegue con convinzione la strada del riuso, riciclo e recupero di materia», ha dichiarato il sindaco di Roma Virginia Raggi. Peccato che con circa 49 mila euro spesi per Spelacchio si sarebbe potuto fare molto di più. Con meno enfasi dei social forse.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500