cerca

La "pignatta" della vergogna

Fantoccio del Duce, duro scontro tra la Mussolini e il sindaco di Macerata

Scontro verbale nell'incontro tra il sindaco di Macerata Romano Carancini e l'europarlamentare Alessandra Mussolini, arrivata in città dopo la "pignatta antifascista", con il fantoccio del duce a testa in giù preso a bastonate dai bambini in piazza Cesare Battisti il 25 aprile.

"Uno scempio, un atto osceno" secondo l'eurodeputata, che ha invitato il sindaco a chiedere scusa alla città e alla sua famiglia, oltre e a ritirare le deleghe ad un assessore. "Lei si deve vergognare" ha replicato Carancini

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni