cerca

IL TERRORE TRA NOI

Da Lecco alla Siria per unirsi all'Isis Ordine d'arresto per una donna albanese

Il gip di Milano, Manuela Scudiero, ha emesso un ordine di arresto nei confronti di una donna albanese, Valbona Berisha, scomparsa nel dicembre 2014 assieme al figlio più piccolo. La donna ha lasciato il marito, altre due figlie e la vita che si era creata in provincia di Lecco per partire per la Siria e sposare un jihadista dell'Isis di origini macedoni.

L'accusa per lei è di associazione a delinquere finalizzata al terrorismo internazionale. L'indagine dei carabinieri del Ros, coordinati dalla Direzione distrattuale antimafia di Milano, era partita dalla denuncia di scomparsa presentata dal marito, anche lui albanese. Gli inquirenti hanno ricostruito il percorso di radicalizzazione della donna che si è unita ai combattenti dello Stato Islamico. Drammatiche le intercettazioni delle telefonate tra il papà e il bambino portato all'estero. In una il piccolo, che oggi ha sei anni, confessa di avere "paura perché ci sono gli aerei che lanciano le bombe". Quindi aggiunge: "Voglio tornare, ma la mamma non mi lascia". Poi, descrivendo la madre, sottolinea: "È vestita che sembra una ninja".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni