cerca

Jax Jones: dopo i singoli un album per raccontare la mia musica

"You don't know me" è l'ultimo successo del deejay e produttore

Milano (askanews) - Sta scalando le classifiche mondiali, ha già venduto 1 milione di copie, in Italia è disco d'oro ed è tra i singoli più programmati dalle radio e nella top 10 dei più ascoltati e scaricati su iTunes e Spotify: "You don't know me" è il nuovo singolo di Jax Jones, polistrumentista, autore e produttore britannico del brano dance realizzato in collaborazione con la cantante Raye. Lo abbiamo incontrato a Milano. "E' la prima volta che vengo Italia per presentare un mio lavoro, sono molto consapevole della profonda tradizione italiana della house music quindi per me è un onore che così tante persone sentano il brano e lo apprezzino".

Un successo inaspettato per una canzone che rispecchia tante influenze, dall'hip hop alla house music. "Il momento che preferisco è quando si inizia a creare una canzone, è emozionante trovarsi con la pagina bianca davanti e quattro ore dopo avere un brano che raggiunge milioni di streaming su Spotify".

Jax Jones è famoso per le collaborazioni come quella con Duke Dumont, è stato autore e produttore del singolo "I got you", ha remixato i brani di Charli XCX e Missy Elliot e Pharrell. "Mi piace molto lavorare con voci e cantanti nuovi, se si può avere una grande canzone con qualcuno che tu presenti al mondo come è successo con Disclosure, che nessuno conosceva ed ora è uno dei più importanti artisti del mondo". "Il bello di fare il deejay è che puoi fare più musica e più velocemente, possiamo fare tutto da soli, è la parte più interessante, senza passare per i classici tre singoli e un album".

Tra i prossimi progetti ci sono il tour e live e un disco. "Se me l'avessero chiesto solo quattro mesi fa avrei detto che non avrei mai fatto un album, soprattutto adesso che forse non sono apprezzati come un tempo, ora dico che non voglio solo fare uscire singoli. Voglio fare un album che spero uscirà per fine anno, il progetto è un mio show dove portare la mia musica e l'unico modo di farlo è fare un disco. Tutto quello che farò sarà sempre su Spotify". "Farò il primo tour in Uk a maggio, è la prima volta che faccio un live on the road, l'idea è quella di suonare e ricreare le canzoni live invitando cantanti e un deejay sul palco per un grande party. L'anno prossimo porterò il mio lavoro live ai festival, mentre quest'anno farò solo il deejay".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500