cerca

La testimonianza di Msf: Mosul sconvolta dal conflitto

Nel loro ospedale oltre 1.400 pazienti in poco più di un mese

Milano (askanews) - Medici senza frontiere denuncia gli effetti devastanti sulla popolazione dei combattimenti a Mosul. Lo fa con la testimonianza diretta del suo presidente, Loris De Filippi, appena rientrato da Mosul, dove era coordinatore dell'emergenza.

"Purtroppo sono abituato a lavorare in contesti di guerra ma il conflitto urbano che sta sconvolgendo la parte ovest di Mosul resterà per sempre nei miei ricordi, anche perché arrivavano da noi anche 30 persone ferite allo stesso momento, alle volte i cadaveri degli attacchi e dei bombardamenti che ci sono in questo momento su Mosul" ha raccontato, aggiungendo "è stato molto complesso ma siamo riusciti ancora una volta a portare le nostre struttre sanitarie i nostri centri di stabilizzazione il più vicino possibile al conflitto".

Nell'ospedale traumatologico a Mosul sud Msf ha ricevuto oltre 1.400 pazienti in poco più di un mese e mezzo, di cui la metà sono donne e bambini sotto i 15 anni. Ora la situazione è più calma ma arrivano ancora 20-30 feriti al giorno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni