cerca

Milano Food City: il cibo tra innovazione e sostenibilità

Dal 4 all'11 maggio 320 eventi in calendario, Obama special guest

Milano (askanews) - Il cibo, tra innovazione, solidarietà e sostenibilità. E' la Milano food city, una settimana dal 4 all'11 maggio in cui Milano diventa capitale di uno dei settori chiave

dell'economia italiana, mettendo a frutto il lascito di Expo. L'assessore alle Attività produttive del Comune di Milano, Cristina Tajani: "Sono 10 giorni in cui noi abbiamo censito oltre 300 eventi frutto della collaborazione del Comune di Milano, Camera di Commercio e il sistema delle aziende private che opera nel food andando dal momento della produzione a quello della distribuzione come Fiera Milano e i mercati comunali coinvolti nella iniziativa".

Tante le iniziative organizzate intorno al tema del cibo. Si va dalla Week&food, un vero e proprio fuorisalone con showcooking, degustazioni, aperitivi a 5 stelle, organizzato da Tuttofood, la fiera internazionale che dall'8 all'11 maggio nei padiglioni di Rho porterà oltre 2.850 espositori e più di 3mila buyer. Sempre alla Fiera Milano, il 9 maggio nell'ambito di The Global Food Innovation Summit ci sarà l'ospite più atteso della settimana, l'ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama che terrà un keynote speech e dialogherà con Sam Kass, lo chef artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca.

Ma la Milano Food City è una città che alla valorizzazione della filiera agroalimentara del nostro Paese coniuga la sostenibilità e la solidarietà: "Associazioni ed enti storici del nostro territorio che si occupano di solidarietà, sono coinvolti nelle iniziative. La serata inaugurale del 3 maggio presso la Fondazione Feltrinelli vedrà il tema della solidarietà come protagonista ed è anche un momento di festa a cui tutti i cittadini sono invitati a ingresso libero e gratuito".

Per la riuscita di questa settimana un contributo determinante è arrivato dalla Confcommercio che ha organizzato oltre 200 eventi sparsi tra Palazzo Bovara, il Casello Ovest di Porta Venezia, e il Capac. E poi ancora i mercati coperti di Wagner e Morsenchio, e le vie Piero della Francesca, Vittor Pisani e Paolo Sarpi. Tutto questo senza dimenticare l'impegno sociale e l'attenzione al Pianeta, come ci racconta Giorgio Rapari, delegato allo sviluppo associativo di Confcommercio Milano: "Abbiamo in tema di lotta allo spreco alimentare inventato la foody bag che verrà distribuita nei ristoranti che aderiscono all'iniziativa per quanto riguarda il cibo da portare a casa. Noi avremo dei menù con i prodotti delle zone terremotate così da coniugare l'attenzione allo spreco alimentare con la solidarietà nei confronti dei cittadini di quelle zone".

Anche altri partner di Milano food city contribuiscono alla diffusione di una cultura della sana alimentazione, come la Fondazione Veronesi e Coldiretti che hanno organizzato il laboratorio Bimbi in cucina in piazza Beltrami davanti al Castello Sforzesco, per stimolare i più piccoli a una corretta

alimentazione a partire dalla preparazione dei cibi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni