cerca

Milano, al via campagna contro melanoma "Macchie, senza paura"

La prevenzione parte in farmacia. La Capotondi testimonial

Milano, 2 mag. (askanews) - Il melanoma è il terzo tipo di cancro più comune nella popolazione con meno di 50 anni e in Italia, le diagnosi negli ultimi anni sono quasi raddoppiate: nel 2006 erano circa 7mila, nel 2016 sono state 13.800. Per arginare questo problema parte da Milano e provincia la campagna di sensibilizzazione "Macchie, senza paura", promossa da Federfarma, Istituto Nazionale Tumori di Milano e Istituto Dermoclinico Vita Cutis in collaborazione con l'Assessorato al Welfare della Regione Lombardia. La prevenzione parte dalle farmacie dove il 12 maggio si potrà fare un test sulle macchie sulla pelle come racconta Annarosa Racca, presidente nazionale Federfarma: "Tutti quelli che hanno visto una macchia che magari ha cambiato colore o si è ingrandita, tutti quelli che vedono qualcosa sulla propria pelle che non funziona devono entrare nelle farmacie il 12 maggio".

Un tumore subdolo che si può sviluppare anche molto rapidamente, ma che si può sconfiggere attraverso la rimozone chirurgica come spiega Enzo Lucchini presidente dell'Istituto Nazionale dei Tumori: "Fare una diagnosi precoce significa avere la certezza della guarigione".

La prevenzione parte anche dall'attenzione agli stili di vita soprattutto con l'arrivo della bella stagione dice Antonino Di Pietro, direttore scientifico Istituto Dermoclinico Vita Cutis: "Il sole diventa un nemico quando è in eccesso. Quindi sono soprattutto le ustioni un grande fattore di rischio per il melanoma. Attenzione alle esposizioni selvagge e ai week end in cui in poche ore ci si vuole abbronzare come dopo un mese di esposizione. Quindi attenti alle ustioni solari".

Testimonial della campagna Cristiana Capotondi, che con i suoi colori chiari, conosce molto bene l'importanza della prevenzione. "Soprattutto la cosa che mi ha insegnato il professore è riuscire ad andare a prendere il sole fuori stagione in modo che la pelle non si surriscaldi".

Non tutte le macchie sono ovviamente maligne e proprio per questo l'appuntamento nelle farmacie punta a creare una maggior consapevolezza nella popolazione di rischi e mettere le basi per la prevenzione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500