cerca

Senza sosta la fuga dei civili da Raqqa, "capitale" Isis in Siria

Centinaia di persone si rifugiano a Ain Issa, a 50 km a nord

Roma, (askanews) - Centinaia di civili continuano a fuggire e a lasciare la città di Raqqa, considerata la capitale dell'Isis in Siria, in seguito all'ultima offensiva sostenuta da Washington, e si sono rifugiati a Ain Issa, cittadina a circa 50 chilometri a nord e sotto il controllo delle forze anti-jihadiste.

Le forze democratiche siriane, alleanza di combattenti curdi e arabi, controllano oramai l'80% di Tabqa, e hanno strappato la bandiera dell'Isis che sventolava nella cittadina a Nord della Siria.

Tabqa, dove le forze democratiche siriane sono entrate da una settimana, costituisce una importante linea di difesa per Raqqa, situata a 55 chilometri a nord-est, controllata dall'Isis dal 2014.

La guerra ha provocato oltre 320.000 morti e 22 milioni di sfollati dall'inizio dei combattimenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500