cerca

La musica di Kumi, un sound che nasce dal senso del mondo

Incontro con l'artista italo-giapponese di The Triumph of Love

Milano (askanews) - La voce è potente e l'interpretazione funziona. Lei è Kumi, cantante e autrice italo-giapponese che da anni attraversa il mondo della musica con la capacità di dare una veste personale a diversi generi e a diverse sonorità, come nel caso del suo ultimo spettacolo "The Triumph of Love". L'abbiamo incontrata nel suo studio milanese e abbiamo parlato della sua vita da giramondo.

"Sono nata in Giappone - ci ha raccontato - poi sono stata in Germania, poi a quattro anni in Messico, poi di nuovo in Giappone a 11 anni a Parigi in Francia e poi in Italia".

Un percorso che l'ha portata anche a Londra, da e però a un certo punto ha deciso di andarsene, per tornare in Italia e ripartire. Una scelta inconsueta e coraggiosa, che, insieme a i tanti diversi Paesi nei quali ha vissuto, ha contribuito ulteriormente ad arricchire la sensibilità musicale di Kumi.

"Prendi il positivo di ogni posto in cui sei stato - ha aggiunto l'artista - e penso questo influisca anche anche a livello di assorbimento di suoni. Soprattutto perché sono cresciuta soprattutto a livello di suoni e nel visuale, soprattutto perché non capendo le lingue, cercavo di ricavare più informazioni possibile, anche le parole erano dei suoni che altrimenti non avevano un senso. Sicuramente tutto mi ha influenzato e sono sempre alla ricerca di esprimere sensazioni attraverso tutti gli ingredienti che ho assorbito e mi sono portata dietro in questi anni".

Ingredienti che oggi danno forma a una musica ricca e consapevole, nella quale però Kumi si muove con leggerezza, passando dalla voce agli strumenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni