cerca

L'INCENDIO ALLE PORTE DI ROMA

Nube tossica dopo il rogo di Pomezia, si teme emergenza amianto e diossine

Roma (askanews) - Fiamme sotto controllo a Pomezia dove venerdì mattina è divampato un incendio in un deposito di rifiuti in plastica della ditta Eco X, ma ora si teme l'emergenza ambientale dovuta alle polveri e ai materiali bruciati che hanno dato luogo all'enorme colonna di fumo nero e alla nube che certamente contiene diossine, dovute alle plastiche bruciate, ma potrebbe contenere anche amianto.

Il Sindaco di Pomezia, Fucci ha subito emesso un'ordinanza per l'evacuazione delle case immediatamente vicine al luogo del rogo e per la chiusura di scuole e luoghi pubblici.

E mentre la Procura di Velletri indaga per incendio colposo, Asl e Regione Lazio hanno incaricato l'Arpa di procedere con i rilievi per verificare la qualità dell'aria e la presenza di polveri tossiche ma bisognerà aspettare qualche giorno perchè le polveri si depositino. Dai primi rilievi e dalle analisi dei dati intanto non emergono superamenti dei limiti imposti dalla legge" riferisce l'Arpa Lazio.

I cittadini da tempo avevano segnalato situazioni anomale nello stabilimento, con l'accumulo di materiali che provocavano anche miasmi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni