cerca

Chi è Macron, l'outsider che ha conquistato la Francia

Politico centrista e di rottura, eletto presidente

Parigi (askanews) - "Nè di destra nè di sinistra", ministro della Repubblica per due anni ma fuori dai giochi di partito, di ispirazione liberale in economia, di sinistra sulle questioni sociali. E' con questo profilo da outsider che Emmanuel Macron ha conquistato la Francia. La candidatura dell'ex ministro dell'economia nel governo Valls era stata sottovalutata: 39 anni, nessuna esperienza internazionale e soprattutto nessun grande partito alle spalle, solo il suo "En Marche!" fondato appena nel 2016.

E invece quella che doveva essere la sua debolezza si è trasformata nel suo punto di forza: Macron, da centrista, è riuscito a presentarsi come candidato di rottura ma senza gli estremismi di Le Pen, l'uomo da votare per voltare pagina e eliminare la vecchia politica senza rischiare. Volto di un cambiamento prossibile e presentabile in una Francia scossa da due anni di attentati e terrore. Fortemente europeista e contro ogni nazionalismo, "noi siamo patriottici" dice, è l'uomo che fa tirare un sospiro di sollievo a tutta Europa.

Un uomo diverso anche nella vita privata: la moglie Brigitte Trogneux sempre al suo fianco in campagna elettorale è la sua ex insegnante di francese, e ha 20 anni più di lui. Un'immagine di rottura della coppia presidenziale tradizionale che sembra aver giocato in favore del candidato di En Marche.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500