cerca

"On the milky way", Bellucci: ci si può amare nonostante il tempo

Attrice a Roma con Kusturica per il film, in sala dall'11 maggio

Roma (askanews) - E' una storia che coniuga guerra, poesia, amore e avventure fantastiche quella raccontata in "On the milky way" di Emir Kusturica, il film che lo stesso regista ha presentato a Roma con Monica Bellucci. Un film nato da tre storie vere raccolte dal regista serbo, che le ha rielaborate con il suo stile surreale, visionario, pieno di vitalità. Monica Bellucci, pronta a partire per Cannes, dove sarà la madrina del festival, interpreta una donna ferita, quasi rassegnata, che si innamora di un uomo che le somiglia.

"E' una storia adulta, di due persone adulte, e chissà perché è poco rappresentato l'amore adulto al cinema, come se ad un certo punto della vita l'amore, la sessualità, non fossero più adatte a delle persone quando passa il tempo. Nel momento in cui si incontrano c'è ancora uno slancio vitale. E per questo credo che questo film è un film di speranza, ed è una favola, ma allo stesso tempo penso che ci si può continuare ad amare e a far l'amore anche se il tempo passa".

Durante la lungissima lavorazione del film la Bellucci ha recitato in serbo e affrontato prove fisiche per lei insolite, e Kusturica ha ironizzato: "Quando mi diceva: 'Emir, questo non posso farlo', io le rispondevo 'Guarda che Sandra Bullock la farebbe!. Monica ha fatto cose veramente incredibili, si è tuffata nella battaglia, da 5-10 metri nell'acqua a una tempratura che era a meno di 11 gradi...".

L'attrice considera il film con Kusturica un passaggio fondamentale nella sua carriera: "Con Emir Kusturica si va in un'altra dimensione perché è un artista a tutto tondo: è un regista, un attore, uno scrittore, è un musicista. E' così eclettico che ti trasporta la sua energia. E' un'esperienza di quelle che non dimenticherò mai".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500