cerca

Fs, Polo Mercitalia punta all'Europa con logistica e merci

A Monaco di Baviera presentato il piano da 1,5 miliardi

Monaco di Baviera, (askanews) - Il Polo Mercitalia, la nuova realtà industriale che racchiude tutte le società di FS Italiane già impegnate nel settore del trasporto merci e della logistica, a pochi mesi dalla nascita guarda subito al mercato europeo per espandere il proprio business: da dicembre 2017 infatti, produrrà con la propria società TX Logistik Switzerland i servizi di trasporto ferroviario di merci tra la Pianura Padana e il Nord Europa.

Il nuovo approccio strategico è stato presentato alla principale fiera di logistica continentale, Transport Logistik, a Monaco di Baviera ai media internazionali. Il Piano prevede investimenti per 1,5 miliardi di euro, con oltre un miliardo per acquisto di locomotive e carri.

Obiettivo Europa, dunque, come conferma l'amministratore delegato e direttore generale di Mercitalia Logistics Marco Gosso: "E' un mercato particolarmente competitivo e aggressivo, abbiamo un compito complesso perchè da un lato dobbiamo riuscire a riguadagnare sostenibilità economica ma dall'altra dobbiamo riuscire a crescere e a svilupparci sul mercato internazionale dove nell'arco dei prossimi 10 anni contiamo di sviluppare almeno il 50 per cento del nostro fatturato".

Volano dell'espansione europea del Polo Mercitalia sarà la

società TX Logistik, controllata con sede in Germania e player da 20 anni nel settore della logistica ferroviaria integrata.

E Polo Mercitalia vede al centro della propria mission proprio il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia, rendendo il trasporto ferroviario ancora più attrattivo per l'organizzazione a lungo termine di trasporti intelligenti dal punto di vista socio-economico ed ecologico.

Gian Paolo Gotelli, amministratore delegato di Mercitalia Rail: "E' il momento della ferrovia, riteniamo di essere arrivati nel momento giusto, con governo italiano e commissione europea che stanno spingendo tantissimo per raggiungere i target europei del 30% via ferro nel 2030. Per fare questo dobbiamo offrire i nostri servizi in una visione sistemica di logistica integrata e questo potrà avvenire insieme alle società del polo che raccolgono sotto un unico cappello la componente ferroviaria con tutte le società che possono completare l'offerta logistica".

La strada, ferrata, è dunque segnata per la logistica integrata e per FS Italiane, gruppo che non solo con l'operazione Mercitalia si candida a svolgere un ruolo determinante in questa transizione del settore in corso.

Renato Mazzoncini, amministratore delegato e direttore generale di Fs Italiane: "L'impegno di tutto il gruppo per riuscire davvero a fare lo shift dalla strada alla ferrovia c'è e anche l'impegno che sta partendo con l'operazione di Anas conferma che l'integrazione tra questi due modi di trasporto è la vera soluzione per i nostri clienti. Quindi trasporto integrato, intermodale e door to door anche per le merci".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500