cerca

Kenya, ricostruito il clitoride di una vittima di infibulazione

L'operazione effettuata dai medici della Ong americana Clitoraid

Nairobi (askanews) - A Nairobi, in Kenya, i medici della Ong americana Clitoraid sono impegnati in una campagna per ricostruire il clitoride di 40 giovani donne vittime di infibulazione, le terribili mutilazioni genitali largamente diffuse in diversi paesi africani, soprattutto di religione islamica.

"Questi interventi chirurgici sono molto importanti per le donne keniane - spiega la ginecologa Merci Bowers - soprattutto perché ci sono molte complicazioni mediche a causa delle infibulazioni: canali uretrali ostruiti, infezioni del tratto urinario o cisti".

Le operazioni non aiutano solo le donne a riconquistare la propria sessualità, il piacere e, soprattutto, la salute ma consentono loro di riguadagnare la propria identità femminile

"Quello che facciamo in sala operatoria - continua la dottoressa - è liberare una porzione del clitoride, un organo che in larga parte è nascosto sottopelle. La portiamo alla luce in modo che sia accessibile durante i rapporti sessuali".

Il diritto alla salute e sessuale è considerato un componente fondamentale e complessa dell'essere umano anche dalle Nazioni Unite che lo indicano come essenziale per l'arricchimento della personalità, della comunicazione e dell'amore.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500