cerca

Da magistra a strega: storia di una donna dopo il Rinascimento

Incontro con Sonia Raule, un'autrice de "L'amante alchimista"

Milano (askanews) - Un romanzo storico ambientato a cavallo tra Rinascimento e Controriforma che racconta di come, in un drammatico cambio di contesto, una donna, Margherida de' Tolomei, sia passata dall'essere un personaggio stimato a una strega da incarcerare nelle prigioni pontificie. "L'amante alchimista", edito da Piemme, è il libro che porta la firma di Isabella della Spina, nome d'arte di due autrici: Daniela Ceselli e Sonia Raule, quest'ultima l'abbiamo incontrata nella sua abitazione milanese.

"La donna nel Rinascimento - ci ha spiegato - ha un ruolo importante, perché riceve la stessa educazione degli uomini ed è una donna di potere, perché spesso comanda, regge, prende decisioni importanti e, soprattutto, si occupa di rendere splendide quelle corti che hanno fatto brillare il nostro Paese in tutta Europa".

Le cose però stanno per cambiare radicalmente e c'è una data per tutto questo: il 1527, quando i Lanzichenecchi calano su Roma e mettono in ginocchio la città papale.

"Con la Riforma e la Controriforma - ha aggiunto Sonia Raule - tutto questo sparisce in un attimo, e Margherida, che era considerata una grande saggia e una stimata studiosa, apprezzata in tutte le università diventa una strega e Clemente VII la mette in cella".

Dalla prigione la donna rivive la propria vita, e nel racconto spicca la storia d'amore con un altro uomo chiave del Rinascimento come Pico della Mirandola, ma soprattutto si va ricostruendo la storia di un segreto, che Margherida non intende svelare.

"L'alchimia nel Rinascimento - ha concluso Sonia Raule - raggiunge forse il massimo del suo splendore. Si parla di alchimisti che si siano improvvisamente arricchiti, quindi, non è così facilmente smentibile il fatto che qualcuno abbia trovato la Pietra filosofale... tant'è che Clemente VII suppone che Margherida stessa la abbia trovata, ed è questo il motivo per cui la tiene prigioniera, perché povero e ramingo, con la città messa a ferro e fuoco ha bisogno di denaro, perciò ha bisogno di estorcere il segreto di Margherida".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni