cerca

L'orango albino salvata in Borneo ha un nome, per il web è "Alba"

Scelto sui social dopo l'appello della ong che l'ha trovata

Roma, (askanews) - Ha finalmente un nome la tenerissima e rara femmina di orango albino di 5 anni salvata qualche giorno fa in un villaggio del Borneo dove era stata trovata denutrita e depressa, rinchiusa in una gabbia.

Si chiama "Alba", un nome importante, che da una parte significa "bianco" dal latino, dall'altra indica l'inizio di un nuovo giorno per un esemplare a rischio. A sceglierlo è stato il popolo del web, che ha risposto a gran voce all'appello per darle un nome lanciato sui social network, attraverso l'hastag #albinoorangutan, dalla ong animalista che l'ha salvata, la BOS Foundation.

Con i suoi occhi dolcissimi color ghiaccio, tra l'azzurro e il grigio, ha intenerito tutti, e ora sembra essersi ripresa, mangia regolarmente, ha preso molto peso e si è adattata. Nel centro di rieducazione della ong ci sono altri 500 oranghi. Ma Alba è il primo esemplare albino trovato e portato qui negli ultimi 25 anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni