cerca

Kickboxing, Alessandro Moretti nuovo campione europeo Wako Pro K1

L'atleta romano ha battuto il detentore del titolo Pedro Kol

Roma, (askanews) - Alessandro Moretti è il nuovo campione europeo Wako Pro K1 Rules. Il fighter romano ha conquistato il titolo continentale battendo il forte atleta portoghese Pedro Kol al terzo round per intervento medico. Una vittoria netta, meritata anche se il match è stato molto duro come spiega lo stesso Moretti.

"Prima di tutto ringrazio Gianluca Colonnese che mi ha preparato questo incontro e che mi ha dato la possibilità di portare a casa questa cintura. Ho combattuto contro Pedro Kol che era il campione europeo in carica, un avversario molto esperto, deciso, forte. Un avversario molto scomodo perché alto, molto alto per la nostra categoria di peso. La gente che mi conosce come atleta sa che sono un atleta che va in attacco, che attacca sempre, aggressivo ma non ho potuto fare il tipo di match che amo perché comunque è stato un match studiato. Ho dovuto lavorare sui suoi cambi di direzione, cambi di passo però fortunatamente siamo riusciti a portare la cintura a casa meritatamente".

Solo nel secondo round Moretti ha capito di potercela fare. "Nel secondo round ho capito di poter portare il match a casa, lo dico con molta umiltà, perché ero riuscito a prendere le distanze al mi avversario e nel secondo round l'ho capito. Poi fortunatamente nel terzo le mie ossa forse un po' più dure delle sue mi hanno permesso di vincere per intervento medico".

Per l'atleta romano l'incontro è partito in salita come lui stesso ammette. "I primi 30 secondi del match mi sono trovato veramente in difficoltà perché ho cercato di lavorare sulle sue gambe, perché essendo molto alto ho cercato di lavorare forte sulle gambe ma lui faceva dei cambi di direzione molto strani, era molto strano il suo modo di combattere e lì sono entrato un po' in difficoltà poi fortunatamente ho trovato la distanza e ho visto che a livello pugilistico ero più forte a livello fisico di lui e quello mi ha aiutato a portare avanti il match e prendere la distanza".

Breve riposo per Moretti che già nel prossimo mese di giugno tornerà sul ring. "Adesso ci sarà un po' di riposo, dopo con Gianluca stavamo parlando di un altro match forse a breve, a giugno credo".

Il direttore tecnico regionale della Fikbms, Gianluca Colonnese illustra le caratteristiche del K1. "Il K1 fa parte della kickboxing e ci tengo a dirlo perché molti lo confondono con la muay thai o la thai boxe, ma è un ramo della kickboxing. Deriva dal karate kyokushinkai, in primis si chiamava japanese kickboxing. Diciamo che è una kickboxing rivisitata con le ginocchiate. In Italia ci sono molti praticanti soprattutto negli ultimi anni, fino a 20 anni fa lo sport da combattimento che andava più di moda era il full contact e la low kick invece in questi ultimi 5-8 anni il K1 è andato molto di moda anche grazie ai tornei organizzati in Giappone e in Olanda ed è uno sport molto pagato tra i nostri sport, forse il più pagato e anche questo ha avvicinato molto i professionisti".

L'incontro per il titolo europeo si è svolto nel corso di un evento, l'Amazing Thailand Fighting Spirit, che ha richiamato molti appassionati a Roma come spiega lo stesso Colonnese. "Il titolo europeo era uno dei match clou della serata come il titolo mondiale e il titolo italiano: Amazing Thailand Figthing Spirit è l'evento ormai forse più importante di Muay thai che c'è in Italia, siamo alla sesta edizione e abbiamo fatto un Atlantico Love sold out, completamente pieno e sono fiero e contento dei risultati dell'evento e del livello raggiunto. Match di altissimo livello, abbiamo visto il titolo mondiale di Casella, il titolo europeo di Moretti contro il campione in carica pedro Koll, il super prestigi fight con sudsakorn sori clinme contro Amlar Khamlali due atleti che stanno ai vertici mondiali della muay thai. Anhuar Khamlali adesso combatterà al thai fight il 27 maggio contro forse il numero uno del ranking mondiale Josef Bugamek. Quindi abbiamo portato a Roma personaggi e incontri che non si erano mai visti".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni