cerca

Enrico Giaretta, pianista e pilota Alitalia: volare mi dà libertà

Si esibisce a Milano a Piano City, a settembre 3 dischi

Milano (askanews) - Una formazione da pianista classico, 23 anni in tour con Franco Califano, l'esperienza di cantautore grazie all'intuizione del maestro Lilli Greco e la passione per il volo che diventa lavoro come pilota di linea Alitalia: è un riassunto della carriera di Enrico Giaretta, conosciuto come il "cantaviatore". Il suo ultimo progetto discografico s'intitola "Scalatori di orizzonti", 11 brani inediti da lui firmati tra cui l'inno degli Amici cucciolotti, come pianista suonerà a Piano City a Milano.

"Suonerò delle improvvisazioni, mi diverto molto a sedermi, partire da un piccolo tema e fare un viaggio anche di 20 minuti, in questo disco ci sono brani di 10 e 18 minuti, ma anche 5. Farò anche un omaggio al mio maestro di sempre,, Paolo Conte".

La passione per la musica è nata da piccolissimo, suonando una pianola, poi è arrivata quella per il volo: per studiare e diventare pilota di linea per 4 anni si è fermato.

"Ho fatto un volo su un jet privato e da allora guardavo sempre con la testa in su, finchè non ho trovato il tempo e il coraggio, qualche possibilità economica per fare dei corsi privatamente, prima con i voli piccoli poi per step in quelli grandi. La passione del volo si concilia benissimo, il lavoro è difficilissimo, lo faccio da tre anni: oggi fare il pilota è davvero complicato, non hai tempo neanche per lavare le camicie a casa".

Avere due lavori è complicato da gestire ma garantisce più libertà.

"Siccome non vivo solo di musica, posso dire di no ad alcune cose che non mi piace fare".

I prossimi progetti del pilota cantautore sono tre dischi di solo pianoforte da settembre: un ritorno alle origini.

"Ho fatto come un looping con l'aeroplano".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni