cerca

Trump in Israele: abbiamo la rara opportunità di portare la pace

Netanyahu: tendiamo la mano ai palestinesi

Roma, (askanews) - Donald Trump, appena giunto a Tel Aviv, in Israele, per la seconda tappa del suo primo viaggio all'estero da presidente degli Stati Uniti, è stato accolto all'aeroporto, accompagnato dalla first lady Melania, dal premier Benjamin Netanyahu e sua moglie.

Trump ha sottolineato l'importanza di "collaborare per costruire un futuro dove le nazioni della regione siano in pace" sottolineando di aver trovato "nuove ragioni di speranza" nella sua tappa a Riad, dove ha raggiunto accordi storici con i leader del mondo arabo e islamico per rafforzare la cooperazione nella lotta al terrorismo.

"Abbiamo la rara opportunità di portare stabilità, sicurezza e pace in questa regione e sconfiggere il terrorismo creando un futuro d'armonia, prosperità e pace. Ma possiamo farlo solo collaborando, non c'è altra via" ha detto.

E Netanyahu nel suo discorso di benvenuto ha dichiarato: "Israele condivide il suo impegno per la pace, l'abbiamo già fatta con l'Egitto, la Giordania e Israele tende la mano a tutti i suoi vicini, inclusi i palestinesi".

Netanyahu ha poi auspicato che "un giorno un premier israeliano possa volare da Tel Aviv a Riad in un viaggio di pace", come ha fatto Trump volando dalla capitale saudita alla città israeliana.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500