cerca

Peppino Mazzotta: "Che emozione tornare all'Eliseo come regista"

Dirige spettacolo "Ombretta Calco", di Pierattini, con Marigliano

Roma (askanews) - "All'Eliseo ho fatto un sacco di spettacoli.

Molti Shakespeare in cui facevo l'innamorato, venivano tutti qua, quando stavo allo stabile di Parma, quando stavo giù a Napoli, e quindi in qualche modo ho un ricordo più da interprete che altro, perché venivamo nella sala grande a fare questi testi, soprattutto shakespeariani. E poi è un teatro che comunque, io ho vissuto a Roma tanti anni, adesso non ci vivo più, è molto presente nella città. E quindi è curioso che adesso mi trovo qua, qui dentro proprio al Piccolo dove ho visto una marea di cose, anche bellissime.. Mi sembra curioso che io sto qui dall'altra parte adesso: è un po' strano".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500