cerca

Con MDCodes arriva una rivoluzione nella medicina estetica

La nuova tecnica illustrata dal suo inventore, il Dott. De Maio

Roma, (askanews) - Sempre meno ritocchi col bisturi, con lunghe attese postoperatorie e risultati spesso artificiosi e irreversibili: grazie agli MD Codes , un avanzato sistema di codifica del viso per i trattamenti estetici iniettabili, oggi è possibile ottenere risultati naturali e calibrati sulle esigenze individuali. Il nuovo metodo, che promette di rivoluzionare il mondo della medicina estetica, è stato presentato a Roma dal chirurgo plastico brasiliano Mauricio de Maio nell'ambito della tappa italiana del MD CodesTour 2017, appuntamento formativo rivolto ai medici specialisti del settore, promosso dall'Allergan, azienda farmaceutica globale con sede a Dublino.

De Maio, stimato a livello internazionale, ha formato 50.000 medici in tutto il mondo e ha illustrato l'innovativa tecnica di mappatura del volto che permette risultati personalizzati e un effetto molto più naturale:

"MD Codes sta per Medical Codes: sono una sistematizzazione per i trattamenti estetici iniettabili facciali. La differenza principale è che nel passato si interveniva in modo diretto sulla singola ruga, senza una strategia full face. E senza strategia, alla fine le cose che venivano fuori potevano sembrare innaturali. I punti di iniezione sul viso non rispettavano le sub-unità facciali".

Gli MD Codes sono i siti strutturali che mirano a creare o ricreare l'architettura del viso ideale per ogni paziente. Ogni unità dell'estetica del viso (ad esempio, guancia, mento, labbra o fronte) è composta da subunità, che devono essere rispettate. Questo, assieme a un sapiente dosaggio dei filler dermici iniettabili a base di acido ialuronico, consente di ottenere un look che resta del tutto naturale dopo la seduta.

"Se facciamo il raffronto con 20 anni fa: tutti avevano lo stesso naso, le stesse guance, lo stesso stile: si finiva per non rispettare l'individualità, perché non sapevamo granché sull'equilibrio e l'armonia. Con la tecnologia, prodotti avanzati come quelli a base di acido ialuronico della linea sviluppata con la tecnologia Vycross, e una conoscenza approfondita, ora possiamo non solo far ringiovanire, ma far emergere gli aspetti migliori di ogni paziente a ogni età".

Un'altra novità, che cambia completamente la prospettiva per i potenziali pazienti, è che gli effetti di questo tipo di trattamento sono anche reversibili:

"Oggi, la magia degli MD Codes e dei nuovi prodotti è che siamo in grado di agire con un approccio graduale. E nel caso in cui il risultato non dovesse soddisfare appieno il paziente, possiamo trasformare in acqua il prodotto che è stato iniettato ".

Ma alla base del trattamento del dottor de Maio c'è soprattutto un approccio di natura psicologica e olistica nell'interpretazione dei desideri del paziente: "Quando un paziente veniva da me, mi indicava un punto che non gli piaceva, per esempio le rughe naso labiali, le zampe di gallina, la cosiddetta ruga della rabbia tra le sopracciglia. Lo trattavo, ma dopo, non sempre era contento".

"Ma quando un paziente indica un punto specifico, trattare quel punto non significa che si raggiungerà l'effetto che il paziente ha in mente e che è più adatto al suo volto. Questo è il motivo per cui ho cambiato completamente il mio modo di visitare: oggi se un uomo o una donna vengono da me, non chiedo che punto vogliano trattare. Mostro loro una scheda con otto attributi emozionali, e chiedo: cosa volete ottenere? Volete sembrare più giovani, meno stanchi, meno arrabbiati, meno tristi? ...e così via. E cerco di comunicare da una prospettiva diversa: un approccio olistico nel senso che non dobbiamo essere riduttivi, non dobbiamo ridurre un paziente a una ruga".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni