cerca

Pmi, Profumo: con Fabbrica 4.0 Italia sulla buona strada

Nostre Pmi "ora sono molto più forti, più brave, più innovative"

San Pietroburgo, (askanews) - L'Italia, sul piano delle piccole-medie imprese, "ha delle realtà di grandissimo interesse: adesso con il piano di Fabbrica 4.0 il Ministero dello Sviluppo Economico è stato avviato un processo nazionale. Credo che siamo sulla buona strada e tra 10 anni vedremo un'Italia diversa, non solo dal punto di vista industriale". Lo ha detto ad askanews Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo alla tavola rotonda dedicata proprio alle Pmi, organizzata dalla Associazione Conoscere Eurasia a San Pietroburgo.

"Questo processo di selezione delle Pmi in Italia - afferma - è stato molto severo. Molte non ci sono più, e quelle che ci sono ora sono molto più forti, più brave, più capaci, più innovative, più internazionalizzate. Adesso c'è un tema ulteriore, strettamente connesso ai nuovi processi della fabbrica del futuro: non è tanto più un tema di prodotto, ma di processi. Processi - aggiunge - che sono propri non solo della fabbrica, ma dei servizi, della pubblica amministrazione e hanno come base competenze diverse e infrastrutture molto più dedicate a quello che saranno le domande del futuro, ed elementi come quelli della cybersecurity, la possibilità di interagire non tanto più con persone, ma sempre più con sensori che diventeranno elemento essenziale nella crescita del nostro Paese. Il nostro Paese - conclude Profumo - ha delle realtà di grandissimo interesse: adesso con il piano di Fabbrica 4.0 il Ministero dello Sviluppo Economico è stato avviato un processo nazionale. Credo che siamo sulla buona strada e tra 10 anni vedremo un'Italia diversa, non solo dal punto di vista industriale. Cambiamenti del genere sono propri di un Paese nel suo complesso e bisognerà partire dalla scuola".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500