cerca

Prodi: "Sistema Europa per sfida quarta rivoluzione industriale"

L'ex premier ha parlato agli stabilimenti di Meccanotecnica Umbra

Roma, (Askanews) - Internazionalizzazione: è la strada obbligata per uscire dalle strette della crisi economica, a partire dall'Europa. Perché nel mondo globalizzato, davanti alle sfide poste dalla quarta rivoluzione industriale, quella di internet, nessun Paese da solo ce la può fare. E' il messaggio lanciato da Romano Prodi a Campello sul Clitunno, presso gli stabilimenti di Meccanotecnica Umbra che fa capo alla famiglia Pacifici, esempio di successo di quella formula di multinazionale tascabile, che vede il nostro Paese in prima fila nel mondo. Nel corso di una lectio magistralis in occasione delle celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma, Prodi si è soffermato sui problemi del nostro sistema Paese in una realtà globale in profonda e rapidissima evoluzione.

"Senza l'Europa non ce la facciamo: anche la grande Germania, la Francia la Gran Bretagna, la Spagna, l'Italia sono troppo piccole per la nuova seconda e definitiva globalizzazione. Se non partecipiamo a un sistema economico forte e robusto che dia capacità di rinnovare, noi non ce la facciamo".

Ma all'indomani del vertice di Taormina con il rilancio delle politiche protezionistiche degli Usa first di Donald Trump e un bilancio del G7 quanto mai laconico, come può aiutarci l'Europa ad affrontare la realtà che cambia?

"Dobbiamo reagire tutti assieme - ha detto Prodi - finalmente 2 mesi fa la stessa cancelliera tedesca è addivenuta a quanto in Italia dicevano da tanti anni che se non riusciamo ad avanza in europa tutti insieme facciamo le cosiddette cooperazioni rafforzate. Si può riprendere il discorso della comune difesa europea ricominciare ad avere un identità anche militare fra di noi. Ci sono altri campi di cooperazione: la grande ricerca applicata, coordinare le politiche sociali aumentando gli investimenti di cui c è bisogno drammatico in Europa , nella scuola nella sanità e nelle case popolari. Ci sono questi spazi, che prima erano impossibili, nella nuova atmosfera politica possono essere realisticamente possibili".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni