cerca

13 CONCERTI GRATUITI

RisorgiMarche, Neri Marcorè porta i cantanti nelle aree del sisma

Roma, (askanews) - Una festa di solidarietà per contribuire alla rinascita delle Marche, drammaticamente colpite lo scorso anno dalle scosse sismiche di fine agosto e fine ottobre. Neri Marcorè, marchigiano, di Porto Sant'Elpidio, ha ideato e promosso "RisorgiMarche", dal 25 giugno al 3 agosto, un festival diffuso che coinvolgerà la maggior parte dei comuni distrutti, per portare affetto e solidarietà alle persone e soprattutto far ripartire il turismo. Un'iniziativa nata dalla volontà di non arrendersi. Neri Marcorè: "Al di là del percorso che faranno politica e amministrazioni, da cittadino e marchigiano ho pensato a come poter venire incontro alle comunità colpite e sulla scorta di esperienze fatte sulla natura delle Dolomiti ho pensato di riproporre una sorta di festival, sui prati, ecologico, raggiungendo i luoghi a piedi e portando il maggior numero di persone nelle Marche, a conoscerle o ritrovarle, dando una mano anche al turismo e portando le persone a sentirsi vicine le une alle altre, pensavo ci fossero i presupposti per fare una bella cosa".

Ha chiamato a raccolta cantanti e amici, tutti hanno aderito subito, a titolo gratuito. 13 concerti gratis, nei prati più belli delle Marche, senza barriere tra artisti e pubblico, in 13 aree diverse vicine ai comuni più colpiti dal sisma, come Arquata del Tronto, Visso, San Severino, Amandola, Cingoli. Si parte il 25 giugno con Niccolò Fabi e Gnu Quartet a Forca di Presta (Arquata del Tronto). "Suonare in questi contesti e per queste ragioni, forse sono i concerti più sensati che uno può fare, in cui scompare l'ego dell'artista che viene oscurato dalla potenza della causa e c'è la natura che ti circonda che annienta le distanze. Poi suonare di pomeriggio, con luce naturale e sull'erba, per me è l'ideale".

Si prosegue con Malika Ayane, Daiana Lou, Ron, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Bungaro, Samuele Bersani, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia insieme a Luca Barbarossa, Brunori Sas, Max Gazzè e a chiudere Francesco De Gregori con Form Orchestra Filarmonica Marchigiana e Gnu Quartet. E Neri Marcorè sarà sempre presente: "Io sarò a tutti i concerti, da padrone di casa non potevo esimermi, farò base nella mia casa natia, dalla mia mamma e da lì mi sposterò per tutti i concerti, per introdurre gli artisti e fare un appello a tutti a rispettare la natura perché l'unico modo per riconciliarci con la natura è rispettarla". I concerti, inoltre, saranno un'occasione per produttori e artigiani locali, anche loro fortemente colpiti dal sisma, per far conoscere e apprezzare i propri prodotti. Un altro passo per "risorgere".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni