cerca

Arte, Dicò: ero quel Gesù, quando ho sofferto per mia figlia

Dall'8 giugno 40 opere dell'artista neo-pop esposte al Vittoriano

Roma, (askanews) - "Gesù mi vuoi far emozionare, hai deciso questo e ci riuscirai: successo questo problema in famiglia con la mia bambina piccolina, tutto si è risolto. Io sono molto legato alla preghiera. Prendendo questa immagine dal Vaticano dove abbiamo donato un'opera di madre Teresa di Calcutta, che è stata scelta per andare al santuario per tutta la vita, quella è una grande emozione. Mi ha catturato questo Cristo con la testa a penzoloni. Ero io nel mio momento che in 5 mesi abbiamo sofferto fortemente, io e la mamma di questa bambina. Non so perché è uscito un capolavoro, un'opera che mi appartiene, sono io là sopra, con il verde della speranza".

A raccontarlo l'artista Dicò, all'anagrafe Enrico Di Nicolantonio, che dall'8 giugno al 9 luglio espone 40 sue opere, tra cui questo Gesù, al Complesso del Vittoriano a Roma. La mostra "Dicò - Combustioni" è curata da Lamberto Petrecca, l'allestimento è di Studio Settembre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500