cerca

Fabio Fulco regista, tra anziani che organizzano il grande colpo

Dal 15 giugno "Il crimine non va in pensione" con la Sandrelli

Roma (askanews) - Lo avevamo visto qualche anno fa con "Pranzo di ferragosto": si può fare un film poetico e divertente con un gruppo di anziani protagonisti, si può prendere spunto da una realtà a volte tragica per realizzare una commedia piena di brio. Questa volta è Fabio Fulco, attore di molte fiction di successo, a dirigere "Il crimine non va in pensione", in sala dal 15 giugno, interpretato da attori come Stefania Sandrelli, Ivano Marescotti, Orso Maria Guerrini, Maurizio Mattioli, Giacomo Piperno, Gianfranco D'Angelo, che si sono messi in gioco interpretando un gruppo di anziani in un ospizio.

"Per quello che vedo in giro questa generazione, che ha dato tutto, addirittura facendo guerre, spaccandosi la schiena, lavorando, a un certo punto è quasi come se fosse inutile, se si dovesse levare di mezzo, e questa cosa mi tocca e mi ha toccato moltissimo. Per cui volevo, certo sdrammatizzando, facendo sorridere, volevo parlare di questo gruppo, di questa generazione".

I problemi economici di un'ospite dell'ospizio mettono in moto la macchina comica del film: il gruppo di anziani, con la collaborazione del giovane assistente interpretato dallo stesso Fulco, mette in piedi un colpo per svaligiare un Bingo. Un po' "La banda degli onesti", un po' "I soliti ignoti", "Il crimine non va in pensione" prende quota grazie anche ad una sceneggiatura brillante e un cast di grandi solisti.

"Ho cercato di vincere le mie paure e le mie mancanze tecniche pensando di poter dirigere gli attori, che era quello che mi interessava di più, onestamente. Poi non immaginavo che il compito mi venisse così facilitato da questi attori, perché mai avrei potuto immaginare di dirigere questi nomi".

La vera sfida ora è riuscire a portare pubblico al cinema in estate, ed è per questo che il biglietto per gli over 70 che vorranno vedere "Il crimine non va in pensione" sarà gratuito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500