cerca

Siria, la battaglia di Raqqa sembra entrata nell'ultimo quarto

Offensiva dell'alleanza arabo-curda sostenuta dai raid aerei Usa

Beirut (askanews) - In Siria, la battaglia di Raqqa sembra entrata nell'ultimo quarto d'ora. Violenti scontri e intensi bombardamenti sono in corso da diverse ore dopo che l'alleanza arabo-curda sostenuta dagli Stati Uniti ha annunciato l'avvio dell'offensiva finale contro i miliziani dell'Isis che controllano la città dal 2014.

In appoggio all'offensiva terrestre, la coalizione internazionale guidata da Washington ha lanciato intensi raid aerei sulla città. Abu Mohamed, attivista del collettivo "Raqqa is Being Slaughtered Silently" (Raqqa viene massacrata in silenzio), ha dichiarato alla France presse che il bombardamento è in corso da due giorni e non cessa mai per più di un'ora. Si tratta di attacchi aerei, razzi e colpi di artiglieria. Abu Mohamed ha anche riferito di tagli nelle forniture idriche e di elettricità.

L'Onu stima in circa 160mila i civili che vivono ancora a Raqqa a fronte dei 300mila presenti nel 2011, prima dell'inizio della guerra in Siria. Mentre prosegue l'esodo, quando possibile, dei civili dalle aree periferiche di Raqqa, David Swanson, portavoce dell'agenzia dell'Onu per il coordinamento degli Affari umanitari, ha dichiarato che circa 100mila persone potrebbero rimanere intrappolate durante l'offensiva.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni