cerca

ELEZIONI FRANCIA

Macron alla scalata dell'Assemblea nazionale

Cittadini chiamati alle urne per le politiche l'11 giugno

Parigi (askanews) - Un mese dopo aver portato alla vittoria Emmanuel Macron alle presidenziali del 7 maggio, i francesi tornano alle urne domenica 11 giugno per rinnovare l'Assemblea nazionale. E, se i sondaggi si riveleranno corretti, moltissimi volti nuovi si affacceranno dagli scranni di Palais Bourbon, sede della camera bassa del Parlamento francese.

Nel corso di questi ultimi giorni, ciò che appariva quasi impossibile appena poche settimane fa si sta delineando invece come l'ipotesi più probabile: vale a dire il neo partito di Macron, la République en Marche, ancora poco radicato nel territorio, possa addirittura garantire una maggioranza presidenziale siglando un trionfo per il 39enne capo di stato francese. Trionfo che potrebbe essere oscurato solo dal tasso di astensione, che si annuncia molto elevato.

Gli ultimi sondaggi vedono la formazione di Macron largamente in testa nei sondaggi. Gli ultimi rilevamenti segnalano La République en Marche (REM) al 30%, la destra Les Républicains al 20%, il Front national al 18%, la sinistra radicale La France insoumise di Jean-Luc Mélenchon al 12,5%, e solo all'8% il Partito socialista dell'ex presidente François Hollande. Con questi dati, Macron, assieme ai Modem di François Bayrou, otterrebbe una salda maggioranza in parlamento, strappando tra i 385 e i 415 seggi, sui 577 totali. La vera incognita di questo voto è quella della partecipazione al voto. Secondo un sondaggio commissionato da Le Point, potrebbe toccare addirittura il 52% al primo turno, cinque punti in meno che nel 2012.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500