cerca

Bacchetta: sensibilizzare turisti sulla conservazione delle coste

"Attenzione all'ancoraggio barche e non calpestare le dune"

Roma, (askanews) - "Il progetto Res Maris ha al suo interno delle azioni di sensibilizzazione che si amplificano enormemente durante il periodo estivo quando la stagione balneare porta molti turisti a frequentare le spiagge e molti diportisti a frequentare il mare che si trova di fronte a queste spiagge". Lo afferma Gianluigi Bacchetta, direttore dell'Hortus Botanicus Karalitanus (Hbk), Università di Cagliari, a margine del Convegno sulla conversazione e gestione delle aree costiere nel Mediterraneo, organizzato a Roma.

"A entrambi possono essere dati brevi consigli che possono tradursi in accorgimenti, senza alcun divieto particolare: in primis per i diportisti evitare l'ancoraggio specialmente dove c'è popolamento di posidonia, così come più possibile evitare di utilizzare i motori vicino alle spiagge e di non scaricare le acque di sentina. A chi frequenta le spiagge vogliamo ricordare che se ciascuno di noi, prima di allontanarsi dalla spiaggia, si pulisce bene i piedi ed evita di portare via anche poco quantitativo di sabbia e al tempo stesso con sé, invece porta via i propri rifiuti magari dei pasti consumati e tutto questo lo fa senza attraversare le dune, credo che l'ambiente ne possa beneficiare e con questi piccoli gesti si possano ottenere grandi risultati", aggiunge Bacchetta la cui attenzione si rivolge in particolare nei territori dell area marina protetta di Capo Carbonara, nella Sardegna Sud Orientale a Villasimius.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500