cerca

Camera di commercio Francia-Italia premia Mustier e Bono

Cena di Gala per la comunità imprenditoriale franco-italiana

Milano (askanews) - Italia e Francia unite in un comune approccio all'impresa e ai mercati: è lo spirito che ha animato a Milano la 14esima Cena di Gala della CCI France Italie-Camera di Commercio alla quale hanno partecipato oltre 250 imprenditori della

comunità imprenditoriale franco-italiana. "C'è tanta complementarietà - dice Denis Delespaul, presidente della CCI France Italia-Camera di Commercio sintetizzando il legame tra le imprese dei due Paesi - Complementarietà tra pragmatismo italiano e visione francese; ed è questa una chiave del successo quando una azienda italiana compra una azienda francese o viceversa".

Nel corso della serata - che ha visto la presenza, tra le altre figure istituzionali, dell'ambasciatrice francese in Italia Catherine Colonna - sono state premiate cinque imprese, francesi e italiane, in riconoscimento delle loro azioni per la crescita economica dei due Paesi.

In particolare il "Trofeo della Personalità francese 2017" è stato consegnato all'amministratore delegato di Unicredit Jean Pierre Mustier, mentre il "Trofeo della Personalità italiana 2017" è stato invece assegnato a Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri."Abbiamo dei premiati che sono francese e italiani e che hanno contribuito con il loro lavoro e le loro azioni a creare legami tra Francia e Italia - spiega Delespaul - Abbiamo premiato Jean Pierre Mustier che fa un lavoro straordinario per Unicredit; e abbiamo premiato il dottor Bono, che con la sua operazione, anche se non ancora conclusa, esprime una volontà enorme di far lavorare insieme Fincantieri le chantier STX de Saint-Nazaire; E ancora l'operazione Luxottica-Essilor, operazione clamorosa per la creazione di un leader mondiale. Questo è lo spirito di questa sera: Francia e Italia mano nella mano".

La complementarietà delle imprese dei due Paesi è ben rappresentata dalle 1.693 aziende francesi presenti in Italia e delle oltre 1.500 aziende italiane attive in Francia; con un punto in più per l'imprenditoria italiana che nel 2016 ha visto crescere gli investimenti in Francia del 68%. "Siamo davanti ad un mondo che cambia, che cambia tantissimo - conclude il presidente della camera di commercio italo francese - Dove alcuni si chiudono, e non solo dall'altra parte dell'Atlantico, ma anche in Europa. Noi abbiamo tutto l'interesse ad avere una Italia forte in un'Europa forte, e una Francia forte in un'Europa forte. E insieme siamo più forti".

Oltre ai "Trofei Personalità 2017" a Musietr e Bono, nella serata sono stati assegnati riconoscimenti anche a Corrado Ariaudo, presidente di Cuki Group, con il "Trofeo dell'Investimento italiano in Francia 2017"; a Franck Bocquet, amministratore delegato di

Délifrance Italia con il "Trofeo dell'Investimento francese in Italia 2017". Infine il "Trofeo del successo italiano dell'anno 2017" è stato consegnato a Piergiorgio Angeli,

direttore delle Risorse Umane di Luxottica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni