cerca

Rogo nei boschi del Portogallo: almeno 62 morti, anche 4 bambini

Oltre 50 feriti nella zona di Leiria. Inviati 2 Canadair italiani

Pedrogao Grande, Portogallo (askanews) - Anche due Canadair dei Vigili del fuoco partiti da Ciampino partecipano all'opera di spegnimento dei catastrofici incendi che hanno devastato il Portogallo. Continua intanto ad aggravarsi il bilancio delle vittime del rogo scoppiato nel pomeriggio del 17 giugno a Pedrogao Grande, nella regione centrale portoghese di Leiria. Stando a quanto riferito dal ministero dell'Interno lusitano, i morti sono 62 e i feriti oltre 50. Secondo la stampa portoghese, tra le vittime ci sarebbero anche quattro bambini.

900 i vigili del fuoco e quasi 300 i mezzi mobilitati per domare le fiamme. Sulle colline tra i villaggi di Pedrogao Grande, Figueiro do Vinhos e Castanheira de Pera, ancora ricoperte di eucalipti e pini solo 24 ore fa, la devastazione appare totale.

È la più grande tragedia degli ultimi anni sul fronte degli incendi boschivi, ha dichiarato con estrema emozione il primo ministro portoghese Antonio Costa. Le autorità hanno escluso l'origine dolosa, precisando che sarebbe stato un fulmine a scatenare l'incendio.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato un messaggio al presidente portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, in cui rinnova la piena e immediata disponibilità dell'Italia, già avanzata dal governo Gentiloni, a offrire ogni forma di aiuto e sostegno necessari e ha testimoniato il profondo cordoglio del popolo italiano per la terribile tragedia che ha colpito il Portogallo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500