cerca

Birra, partita la raccolta orzo italiano della filiera Peroni

Primi passi in Umbria, a Deruta, nella tenuta di Paolo Palmerini

Roma, (askanews) - Per il terzo anno consecutivo, Birra Peroni ha inaugurato la raccolta dell orzo insieme agli agricoltori della propria filiera agricola. Per la raccolta 2017 i primi passi sono stati mossi dal "Cuore Verde dell Italia": l Umbria, in particolare a Deruta in Provincia di Perugia. Una scelta non affatto casuale. E a Deruta, infatti, che ha sede l azienda agricola di Paolo Palmerini, agricoltore della filiera Birra Peroni che quest anno ha prestato il suo volto al nuovo spot Peroni Gran Riserva, oltre che alla Campagna Peroni, ultima sfida dell azienda birraia, direttamente nei campi di orzo. Paolo Palmerini:

"Cerchiamo di metterci tutta la passione possibile per far arrivare a Peroni il miglior prodotto che finirà sulle tavole italiane, nei bar e nei locali dove si consumerà la birra prodotta anche con questo orzo".

Una trebbiatura, quella a Deruta, che simboleggia l'impegno di Peroni, sui campi di Marche, Molise, Umbria, Toscana e Lazio, per una produzione nel segno vincente del made in Italy, come conferma Federico Sannella, Direttore Relazioni Esterne Birra Peroni:

"Inizia la produzione, con una filiera di 1500 agricoltori che ci forniscono un prodotto di altissima qualità, un made in Italy fantastico per una birra d'eccellenza come Peroni".

Complessivamente 3.000 le tonnellate di seme raccolte, su una superficie di 16.000 ettari e un raccolto che si attesta sulle 50.000 tonnellate di orzo, la materia prima che dà vita all ingrediente principale alla base delle birre della Famiglia Peroni: il Malto 100% Italiano. Fabio Scappaticci, Responsabile Produzione e Qualità Malteria SAPLO.

"Il prodotto italiano è sicuramente sinonimo di qualità e garanzia per noi di poter sapere esattamente i campi dove è stato coltivato l'orzo che poi diventerà la birra".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni