cerca

GreenMedSummit, ponte tecnologico tra Italia e Israele

A metà settembre un evento a Tel Aviv per le aziende italiane

Roma (askanews) - Costruire un ponte tecnologico tra le piccole e medie imprese italiane e le aziende innovative di Israele, che è definita la "start up Nation" per la quantità e qualità dei suoi ricercatori, dei suoi centri di ricerca e delle sue imprese tecnologiche: è questo l'obbiettivo di GreenMedSummit, un evento che si propone di far incontrare imprese italiane e israeliane il 12-13 settembre prossimo durante la manifestazione Watec a Tel Aviv.

"Tra Italia e Israele - dice Paolo Sabbadini, rappresentante in Italia di Cukierman Investment House, una delle principali banche d'affari israeliane, co-organizzatrice dell'evento - ci sono importanti relazioni istituzionali e commerciali. L'Italia è uno dei partner economici più importante per Israele e per quanto riguarda Cukierman noi crediamo che l'Italia possa avere ottime opportunità. Il nostro fondo investe soprattutto in attività innovative e crediamo che il connubio tra imprese italiane, forti dal punto di vista industriale e commerciale e imprese israeliane innovative possa dare un importante impatto a un fondo come il nostro."

"Le Pmi italiane - dice Francesco Marcolini, ad di GreenHill, società di marketing internazionale - dovrebbero essere interessate a Israele perchè possono entrare in un mercato molto competitivo sia per vendere tecnologia, sia per acquistarla, sia soprattutto per creare joint venture per andare insieme sui mercati internazionali o per partecipare insieme a bandi: per esempio sta per uscire un bando della Farnesina per invetimenti innovativi italo-israeliani che può finanziare fino al 50% dell'investimento".

"Abbiamo scelto Watec, una delle principali fiere idriche e ambientali - dice ancora Sabbadini - perchè è un settore molto sentito anche in Italia e non riguarda solo le aziende idriche, si parlerà molto ad esempio anche di sicurezza informatica, poi perchè vi partecipano delegazioni da tutto il mondo con oltre 10 mila operatori. GreenMed è promosso da Assolombarda, Unindustria e ministeri italiani e isaeliani. Le imprese parteciperanno al gala dinner dove potranno incontrare tutte le delegazioni straniere e poi ci saranno visite ai centri di ricerca israeliani e incontri di business tra imprese italiane e israeliane".

"Per partecipare - conclude Marcolini - le imprese debbono andare sul sito www.greenmedsummit.com, compèilare il modulo di partecipazione e inviarlo entro il 21 luglio. Le imprese del Lazio possono andare sul sito www.laziointernational.it perchè la Regione ha previsto una serie di agevolazioni specifiche per loro. Invito tutte le imprese interessate a partecipare".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500