cerca

Maxi sequestro di marijuana alle porte di Roma

Carabinieri sequestrano 1500 piante, in manette il proprietario

Palombara Sabina (askanews) - Aveva trasformato la sua proprietà, alle porte di Roma, in una filiera vivaistica per la coltivazione di marijuana con tanto di semenzai o serre per le piantine più giovani. I controlli dei Carabinieri, rinforzati per l emergenza incendi, hanno consentito di sorprendere il proprietario, un 41enne romano, che è stato arrestato, mentre irrigava parte delle circa 1500 piante di canapa indiana che coltivava all interno di un terreno agricolo, poco fuori dal centro abitato di Palombara Sabina.

I militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo hanno sequestrato circa 800 piante di canapa indiana in stato di infiorescenza alte oltre un metro e in un vicino casolare altre 700 piantine, sempre di canapa indiana, alcune appena germogliate, altre pronte per essere trapiantate all esterno, altre già in essiccazione.

Il casolare ospitava il semenzaio e la serra alimentata da 18 lampade alogene, da un complesso sistema di areazione e irrigazione.

Recuperati anche 16 kg di foglie di canapa indiana, già essiccate, e numeroso materiale per il confezionamento della marijuana, tra cui una pressa manuale ed un termo-essiccatore elettronico con 2 centrifughe.

Le piante, estirpate, sono state sequestrate per gli opportuni esami chimici. L arrestato è finito ai domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione dei magistrati di Tivoli.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500