cerca

Brasile, 9 anni a Lula per corruzione: "E' condanna politica"

L'ex presidente fa ricorso, vogliono estrometterlo dal voto

Roma, (askanews) - Il giorno dopo a San Paolo c'è chi festeggia la condanna a nove anni e mezzo di carcere per corruzione dell'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva.

Mercoledì il tribunale di Curitiba ha annunciato la sentenza di primo grado, seguita poco dopo dall'annuncio dei legali di Lula di presentare appello "presso tutti i tribunali imparziali, comprese le Nazioni Unite".

L'avvocatessa di Lula Valeska Zanin Martins:

"Se il giudice fosse imparziale, se il giudice fosse indipendente, questa procedura non sarebbe mai esistita, perché ci sono moltissime prove della sua innocenza. Questa condanna quindi è solamente politica ed è un nuovo attacco contro lo Stato di diritto e contro la nostra recente democrazia".

"Vogliono chiaramente estromettere Lula dalla corsa presidenziale, Lula è dato favorito in tutti i sondaggi".

Se la condanna dovesse essere confermata anche in appello, Lula - che rimarrà in libertà fino alla sentenza definitiva - dovrà entrare in carcere e non potrà quindi presentarsi alle presidenziali del 2018, in cui i sondaggi lo danno attualmente come favorito.

Lula è accusato di aver incassato fino a 3,7 milioni di reais (circa un milione di euro) da parte della Oas, un'impresa edile coinvolta nello scandalo Petrobras. L'ex presidente, oggetto di altri quattro procedimenti giudiziari - ha negato ogni addebito.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500