cerca

I Tetes de bois a Festival di Abbabula, Satta: posto magico

Il cantante della band annuncia: presto un nuovo disco

Roma, (askanews) - Ad agosto (3,4,5) torna a Monte d'Accoddi il festival d'Abbabula, organizzato dal 1996 dalla cooperativa delle Ragazze Terribili e che vede quest'anno un cartellone d'eccezione: dopo un'anteprima con Mannarino (il 15 luglio a Riola Sardo), arrivano artisti come Ex-Otago, Stefano Bollani Quartet e Baustelle.

E ancora: Cesare Basile, Daniele Sepe, Maldestro e i Tetes de Bois. Abbiamo intervistato Andrea Satta, leader del gruppo folk-rock inventore del palco a pedali:

"Intanto per me è un ritorno a casa, emozionatissimo, perché la storia della mia famiglia è una storia sarda, del nord della Sardegna. Questo posto si chiama Montedaccoddi, è un posto straordinario, un'area del neolitico, un posto di grandissima magia, straordinaria suggestione e io sono molto contento che le ragazze terribili mi abbiano invitato a raccontare la nostra lettura delle cose, il nostro mondo fatto di percorsi periferici che va in posto che è così periferico che è il centro del mondo".

"Alla fine porteremo delle canzoni, canteremo sul palco è difficile dire cosa c'è di lavoro dietro tutto quello che faremo, è la storia di un uomo che si mette sulla scena e racconta attraverso i suoni, attraverso la chitarra elettrica, attraverso un piano e una tromba e le parole di una canzone dove sta e cosa lo attraversa in quel momento", ha spiegato.

E intanto il gruppo che si è formato a Roma nel 1992 e che ha ricevuto nel 2015 la targa Tenco per l'ultimo lavoro "Extra" dedicato a Léo Ferré, prepara un nuovo lavoro:

"Abbiamo un nuovo disco, non dico in arrivo, ma insomma diciamo che fra un anno di questi tempi suoneremo un nuovo disco in giro per l'Italia", ha rivelato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni