cerca

Trump in Francia da Macron: sul clima qualcosa potrebbe succedere

Sul Russiagate: mio figlio è fantastico, non ha fatto niente

Parigi (askanews) - Intesa forte sul terrorismo e anche qualche apertura su uno dei temi più spinosi, il clima. Il primo incontro in Francia fra Emmanuel Macron e Donald Trump sembra aver creato un nuovo asse. Proprio a partire dalle dichiarazioni a sorpresa sul clima di Trump che apre, seppur vagamente, alla possibilità di un ripensamento sulla decisione di abbandonare l'accordo di Parigi.

"Qualcosa potrebbe succedere riguardo all'accordo di Parigi, vedremo cosa accadrà. Ne pareleremo al momento opportuno: se succederà sarà fantastico, ma se non succederà andrà bene uguale".

Intesa anche su lotta al terrorismo, su Siria e Libia. Gli Stati Uniti e la Francia "resteranno uniti contro i nemici dell'umanità" ha detto Trump, con cui ha concordato Macron.

"La mia determinazione è totale, noi non smettermeno di agire finché chi ha organizzato gli attentati di Parigi, di Nizza e gli altri sarà definitivamente sconfitto, non ci sono altri scenari possibili"

Non poteva mancare una domanda sul Russiagate, Macron glissa dicendo di non voler entrare in questioni interne ad altri Stati, Trump difende il figlio accusato di contatti con i russi durante la campagna elettorale a caccia di dossier contro Hillary Clinton. "Mio figlio è fantastico, ha avuto un incontro con un avvocato russo, non con un avvocato del governo, è stato un meeting breve".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500