cerca

CAMPAGNA POSTUMA

Gaffe a 5 stelle: Di Maio se la prende pure coi vitalizi dei morti

Accusa il radicale Boneschi, deceduto un anno fa. Ma è solo l'ultima di una serie di figuracce già diventate leggendarie

Nell'estate rovente della politica, tra le fiamme del guaio immigrazione e le faville dello scontro, ormai avviato a spegnersi almeno per ora, sullo ius soli, il refolo di aria fresca è dato da Luigi Di Maio, vice presidente della Camera e probabile candidato premier del Movimento 5 Stelle. Ieri, in un video in cui è tornato a denunciare il tema dei vitalizi, Di Maio, grillianamente indignato, se l' è presa con «un tal Boneschi che, per aver fatto un solo giorno da parlamentare, prende 3.108 euro» di assegno. Vero? Fino ad un certo punto, perché Luca Boneschi, ex parlamentare del Partito Radicale, è morto a ottobre dello scorso anno.

Effettivamente fu in carica per un solo giorno: legale della famiglia di Georgiana Masi (la militante radicale uccisa durante gli scontri a Roma su Ponte Garibaldi nel '77) aveva pendente una querela del giudice del processo e dunque si dimise immediatamente, appena entrato in carica sostituendo il dimissionario Crivellini, per non beneficia re dell' immunità. Tuttavia, a Di Maio è sfuggito il particolare che l'ex onorevole Boneschi...

SE CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni