cerca

RoboCup, il campionato di calcio robotico: sfida a 24 in Giappone

Australia a caccia del suo sesto titolo mondiale

Roma, (askanews) - Lo scontro è a colpi di microchip. In campo, sul rettangolo verde, scenderanno - si fa per dire - squadre di tutto il mondo per conquistare la medaglia d'oro al più grande campionato di robotica, e vincere così la RoboCup. L'Australia è a caccia della sua sesta medaglia d'oro.

"Abbiamo moltissima esperienza in quello che chiamiamo robotica autonoma. Ciò significa far sì che i robot pensino ed agiscano in modo autonomo, questo è ciò che ci ha permesso di fare veramente bene negli ultimi anni", spiega Timothy Wiley, supervisor del team australiano di RoboCup della Università di New South Wales.

"Hanno introdotto la palla bianca e nera nel 2016 e così è piuttosto difficile perché i robot non hanno percezione della profondità. Come avviene per i non vedenti, non possono veder la palla. Tutto ciò che possono riconoscere è una sfera bianca con alcune sfere piccole nere. È per questo che si tratta, per le nostre squadre, di una grandissima sfida", dice Amri Chamela, partecipante pe la prima volta al contest.

Il campionato festeggia quest'anno il suo 20esimo compleanno, con due squadre d'eccezione come l'Australia e la Germania, entrambe vincitrici di 5 titoli. L'evento si svolge in Giappone, a Nagoya, dal 27 al 30 luglio: 24 le squadre partecipanti provenienti da 15 nazioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500