cerca

A Napoli restituito alla città il Ponte di via Chiaia restaurato

I lavori di messa in sicurezza sono durati circa un anno

Napoli (askanews) - Completamente restaurato, è stato restituito alla città di Napoli in tutta la sua bellezza il ponte di via Chiaia, rimasto transennato per i lavori per circa un anno.

Costruito nel 1636 per collegare la collina di Pizzofalcone con la zona di San Carlo alle Mortelle, il ponte fu restaurato due secoli dopo in stile neoclassico. Dopo l'unificazione dell'Italia, lo stemma dei Savoia sostituì quello dei Borbone ma di recente la struttura, che è un arco di trionfo, una delle antiche porte d'accesso a Napoli - al cui interno, in epoca moderna, è stato, tra l'altro, inserito un ascensore che collega via Chiaia con via Nardones - era diventata fatiscente e la caduta di alcuni calcinacci aveva reso indispensabile la messa in sicurezza.

All'inaugurazione del ponte retaurato erano presenti il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e l'assessore comunale all'Urbanistica, Carmine Piscopo.

"Con un anno di lavoro circa - ha detto il sindaco - viene restituitoal quartiere e alla città molto bello, bellissima anche l'illuminazione serale. Un ulteriore pezzo di città riconsegnato alla città. Prossimo obiettivo del progetto 'Monumentando' sono le torri aragonesi".

"Credo che sia un'opera davvero ben riuscita - ha aggiunto Piscopo - è stato necesario lavorare non soltanto a un restauro ma a un'opera di consolidamento vero a proprio, sono state asportate parti di materiale che si erano totalmente distaccate e parti che erano state aggiunte nei restauri precedenti, come quello dell'800 che aveva generato una serie di problemi alla struttura e oggi siamo contenti di restituirlo alla città".

Il progetto Monumentando del Comune di Napoli prevede il restauro di 27 monumenti cittadini, al fine di riqualificare e rilanciare il patrimonio culturale del capoluogo partenopeo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500