cerca

Trump come un alieno di "They live", l'opera d'arte in Messico

Su un cartellone l'interpretazione dell'artista Mitch O'Connell

Città del Messico (askanews) - Alieni sotto spoglie umane, anche quelle del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump che è comparso così, come uno dei protagonisti del film "They live" di John Carpenter, su un gigantesco cartellone esposto a Città del Messico. Si tratta di un'interpretazione dell'artista americano Mitch O'Connell che, dopo diversi rifiuti di presentare la sua opera negli Stati Uniti, è finalmente riuscito a esporla in uno dei viali più trafficati della capitale messicana, sotto gli occhi di milioni di automobilisti e passanti ogni giorno.

"Penso che l'artista abbia voluto catturare l'essenza di come Trump tratta i messicani - dice quest'uomo - non ci tiene in alcuna considerazione".

"Penso davvero che le espressioni artistiche su Trump mi facciano del bene - aggiunge questa donna - nel senso che hanno un impatto sulla società esprimendo quello che sentiamo tutti. La maggior parte della gente prova un sentimento di disgusto, di delusione".

"They Live" è un film di fantascienza del 1988 in cui il protagonista, John Nada, attraverso speciali occhiali da sole, scopre che Los Angeles è invasa da grotteschi alieni con l'aspetto di zombi, celato grazie a un segnale televisivo che li fa sembrare umani. Attraverso messaggi subliminali e il controllo occulto dell'umanità, gli alieni vogliono sfruttare le risorse della Terra fino a esaurirle causando il riscaldamento globale prima di passare all'invasione di un nuovo pianeta.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni