cerca

Spagna, attentato Cambrils: 5 dei 7 feriti restano in ospedale

Il racconto dei testimoni. False le cinture esplosive

Cambrils (askanews) - Poche ore dopo l'attentato sulla Rambla di Barcellona un nuovo attacco terroristico ha sconvolto la Spagna. Intorno all'una e mezza di notte, il copione si è ripetuto a Cambrils, a 120 chilomatri a sud, per fortuna con un bilancio meno terribile. La polizia ha annunciato di aver ucciso cinque "sospetti terroristi". Alcuni agenti sono rimasti feriti.

Secondo una prima ricostruzione i cinque uomini a bordo di un'Audi A3 non si sono fermati a un posto di blocco all'ingresso della cittadina e durante un inseguimento da parte delle forze di polizia, hanno investito alcuni pedoni. Il veicolo si è poi rovesciato e i cinque presunti terroristi sono usciti colpendo i passanti con armi da taglio. Alcuni di loro indossavano delle false cinture esplosive. "Ho sentito degli spari vicino al porto, poi delle grida, poi la polizia ha iniziato a gridare, ero spaventato non sapevo dove andare sono scappato sulla spiaggia. La gente fuggiva urlando Madre mia stiamo per morire" racconta un giovane. "Siamo costernati, è stata una notte lunga e difficile, ringrazio la polizia e tutti quelli che sono intervenuti" ha detto Cami Mendoza Sindaco di Cambrils.

Sul fronte delle indagini gli inquirenti ritengono che i cinque intendessero compiere un altro attentato a Barcellona. In relazione ai due episodi sono state arrestate tre persone, ma il guidatore del furgone che ha fatto 13 morti e un centinaoio di feriti è ancora in fuga. Legata agli attentati sarebbe anche l'esplosione avvenuta sempre giovedì mattina in una casa di Alcanar, sempre in Catalogna, nella quale è morta una persona.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500