cerca

Russia: l'Isis rivendica l'attacco a Surgut, Siberia occidentale

Un uomo ha accoltellato sette persone prima di essere abbattuto

Mosca (askanews) - L'Isis ha rivendicato l'attacco avvenuto nella remota città russa di Surgut, nella Siberia occidentale, dove un uomo ha accoltellato sette persone, prima di essere abbattuto dalle forze di sicurezza. La rivendicazione è apparsa sull'agenzia di stampa Amaq, principale fonte di propaganda dei terroristi islamisti. Le autorità russe avevano fatto sapere di non credere alla pista terroristica e subito dopo i fatti avevano aperto un'indagine solo per tentato omicidio.

Nella rivendicazione si afferma comunque che l'esecutore dell'operazione di accoltellamento nella città di Surgut è un soldato dello Stato islamico. Secondo i media russi, l'aggressore è stato identificato come un abitante della città, nato nel 1994.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500