cerca

Vertice migranti Parigi, Unhcr: salvare vite è la priorità

Al via il vertice. Sul tavolo il sostegno alla linea italiana

Parigi (askanews) - E' iniziato a Parigi il vertice sui migranti e la Libia. Al tavolo organizzato dal presidente francese Emmanuel Macron si sono seduti i rappresentanti di Italia, Germania, Francia, Spagna e l'Alto rappresentante Ue, oltre ai paesi di origine dell'immigrazione, Libia, Ciad, Niger.

I temi all'ordine del giorno sono il sostegno alla linea dell'Italia, la creazione di centri di accoglienza modello hotspot in Libia, aiuto finanziario a Tripoli e il rispetto dei diritti umani. Si cerca inoltre di coordinarsi con Ciad, Niger e Mali per chiudere la rotta del Sahel prima che i migranti sbarchino in Libia. L'idea sarebbe costruire dei campi in questi paesi per raccogliere i migranti. E dopo l'identificazione, procedere con il rimpatrio dei migranti economici e con l'accoglienza in Europa di chi ha diritto alla protezione internazionale.

"Nella riunione di oggi si tenterà di esplorare con altri paesi la possibilità di estendere le protezioni e le modalità di accesso alla protezione per i rifugiati e i richiedenti asilo", ha commentato Ralf Gruenert, rappresentante francese del Unhcr, secondo il quale nessun paese si può sottrarre. "Nessuno può dire - non mi riguarda e non partecipo - Noi incoraggiamo le autorità in Libia per migliorare le condizioni di accoglienza. Credo che il vertice serva anche a sondare le possibilità anche di un paese che ha vissuto un conflitto interno".

In ogni caso, per il rappresentante dell'Unhcr la priorità sul tema è una sola: "Dobbiamo innanzitutto salvare delle vite. Occorre evitare che i migranti si mettano in pericolo nella loro ricerca di protezione. In questa ottica mi sembra una buona questione quella di cercare soluzioni il prima possibile", ha concluso Gruenert.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500