cerca

Corea del Nord, nuove minacce di Pyongyang: colpiremo Guam

Condanna unanime al test del Consiglio di sicurezza dell'Onu

Pyongyang (askanews) - La Corea del Nord ha rilanciato con nuove minacce dopo aver confermato il lancio del missile balistico intermedio Hwasong-12 che martedì 29 agosto 2017 ha sorvolato il Giappone.

Kim Jong-un si è detto pronto a colpire Guam, l'isola del Pacifico che ospita un'importante base militare americana nell'Oceano. Il leader nordcoreano - presente personalmente al lancio del missile che, dopo aver volato per 2.700 chilometri e 14 minuti solcando i cieli del Giappone, si è inabissato nell'Oceano Pacifico, al largo di Tokyo - ha chiarito che il test era solo un "primo passo" verso un'azione militare più ampia volta a "contenere Guam".

L'escalation militare di Pyongyang fa paura alla comunità occidentale. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha condannato unanimemente il lancio del missile.

In una riunione d'emergenza a porte chiuse convocata da Stati Uniti e Giappone, l'inviato nipponico ha suggerito l'opportunità che vengano decise nuove sanzioni contro il regime nordcoreano. Una decisione per ora non adottata nella risoluzione finale che, condannando l'azione di Pyongyang, ha intimato alla Corea del Nord di "abbandonare tutte le armi nucleari e i programmi nucleari esistenti in maniera completa, verificabile e irreversibile e cessare tutte le attività connesse".

Intanto nella regione, Cina e Giappone hanno aumentato il loro livello di allerta, predisponendo contromisure ad eventuali ulteriori lanci di missili da parte di Pyongyang.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500