cerca

Nuova violenza in spiaggia a Rimini, fermato un marocchino

La trans stuprata il 25 agosto ha riconosciuto gli aggressori

Rimini (askanews) - A pochi giorni dallo stupro di gruppo avvenuto il 25 agosto 2017 su una spiaggia di Rimini, nella città romagnola c'è stata una nuova violenza. Una donna di 41 anni, originaria di Parma, è stata soccorsa dai carabinieri, chiamati da un amico, mentre un uomo di trent'anni di origine marocchina l'avrebbe aggredita per avere con lei un rapporto sessuale dopo una serata in discoteca.

L'aggressore, ubriaco e con precedenti per reati contro il patrimonio, è stato fermato e portato in carcere, denunciato per violenza sessuale ed estorsione perché avrebbe anche sottratto il cellulare alla donna. La vittima ha riportato alcuni lividi ed è stata accompagnata in ospedale.

Intanto ci sono sviluppi sul fronte delle indagini relative alla violenza di gruppo avvenuta la notte del 25 agosto ai danni di una coppia polacca e di una trans peruviana.

Le vittime hanno riconosciuto i quattro componenti del branco, probabilmente nordafricani. Secondo quanto riferito ai cronisti dal procuratore capo di Rimini, Paolo Giovagnoli, in particolare la trans, convocata in questura, ha compiuto il riconoscimento formale dei volti dei 4 presunti stupratori, che aveva comunque già identificato nei giorni scorsi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500