cerca

Francia, perquisita la casa del sospettato per scomparsa Maelys

L'uomo di 34 anni era stato arrestato il 3 settembre

Roma, (askanews) - La gendarmeria francese ha perquisito a Domessin, in Savoia, l'abitazione dell'uomo sospettato di aver rapito la piccola Maelys, la bambina francese di 9 anni scomparsa nella notte tra il 26 e il 27 agosto al termine di una festa di matrimonio.

L'uomo di 34 anni è stato fermato una prima volta all'indomani della scomparsa di Maelys, rilasciato due giorni dopo e poi nuovamente arrestato e incriminato il 3 settembre. Ex militare, l'uomo abita con i suoi genitori a qualche chilometro dal luogo della scomparsa della bambina. L'uomo ha ammesso che Maelys era salita nella sua macchina, dove infatti è stato individuato del Dna della piccola, durante la festa di matrimonio assieme a un altro bambino, ma "nega assolutamente di essere l'autore o complice" del rapimento.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500